venerdì 27 maggio 2011

Cedimento della struttura laterale di un ponte in c/da Serra Bernardo


Il ponte disastrato in c/da Serra Bernardo

Nel comune di Sant’Agata Militello da mesi in un ponte, soprastante un torrente, che collega le frazioni di Orecchiazzi e Serra Bernardo, ha ceduto l’intera struttura laterale utile a proteggere e delimitare la carreggiata, oltre ad essersi dissestato il manto stradale che salta a pezzi soprattutto nel tratto in curva mettendo a serio rischio l’incolumità dei conducenti che percorrono il tratto stradale in questione.
Ciò sta andando degradandosi di giorno in giorno dovuto al fatto delle forti piogge che si sono abbattute nel corso della stagione invernale, procurando ingenti danni in molti tratti stradali nei principali comuni dei Nebrodi.
Il manto stradale oltre ad essere stato danneggiato dal maltempo, è calpestato da migliaia di autovetture e camionisti che percorrono abitualmente nell’arco della giornata il ponte che sta andando pian piano cedendo, gravando vertiginosamente la guida dei conducenti che sbagliando una manovra per scansare gli avvallamenti presenti sulla carreggiata e a invadere la corsia opposta rischiano di precipitare al di sotto del muro di cinta alto circa 10 metri in cui scorre un piccolo torrente; tale è reso ancora più pericoloso perché scarsamente illuminato.
I residenti chiedono quindi agli organi competenti comunali e provinciali di provvedere in maniera definitiva a risolvere il problema nel più breve tempo possibile per mettere in sicurezza l’intera struttura stradale e di effettuare una più frequente manutenzione.

lunedì 18 ottobre 2010

Allagamenti nella S.P. 161 in zona Orecchiazzi

Il comprensorio dei Nebrodi colpito dal maltempo. Strade allagate, tombini intasati e smottamenti provocati dalle piogge abbondanti. Nella giornata odierna, infatti, sul territorio a Sant’Agata Militello si è abbattuto un violento nubifragio e in poco più di 3 ore è piovuta una quantità di acqua superiore a quella che scende normalmente, in questo periodo, in un mese intero.
«Si tratta senza dubbio di piogge abbandonati, ma sarebbe sbagliato parlare di temporale - dichiara Fabrizio Albamonte - da gennaio ad oggi le piogge sono state superiori alla media, ma da tempo non si registravano temperature così miti e con un’alternanza di condizioni meteorologiche che inducono a parlare di un inverno anticipato».
Ma al di là dei dati, resta il fatto che oggi la città è stata messa in ginocchio dalle violente precipitazioni. I disagi si sono registrati fin dal primo pomeriggio quando il traffico veicolare nella strada provinciale 161, che collega i comuni di Militello Rosmarino e Alcara Li Fusi, hanno subito dei rallentamenti, nella contrada di Orecchiazzi, a causa dell‘allagamento del manto stradale rendendolo viscido l‘asfalto. Successivamente, invece, il nubifragio ha provocato l’apertura di una voragine che ha fatto allagare uno piccolo stabile in cui all’interno erano presenti costose apparecchiature per la lavorazione del miele e uno scantinato completamente allagato causato dall' intasamento di un tombino antistante.

lunedì 9 agosto 2010

lunedì 12 luglio 2010

Sano agonismo in campo al 1° Torneo "Intercat Club Sant'Agata Militello"

Grande entusiasmo e numerosa partecipazione di pubblico ha caratterizzato il 1° Torneo” Interact Club Sant’Agata Militello” organizzato dal Rotary Club International presso il complesso sportivo San Giuseppe.
Hanno partecipato alla manifestazione 8 squadre suddivise in due gironi con le migliori due classificate che accedevano alle semifinali.
Ad avere la meglio è stata la compagine <> composta da Antonio Santomarco, Andrea Marotta, Stefano Barbara, Alberto Adorno, Stefano Presti, Andrea Gagliani e Antonio Gagliani, che hanno avuto la meglio sulla compagine <> per 7 a 6. Terza classificata la compagine <>.
Alla cerimonia di chiusura del torneo erano presenti il Presidente del Rotary Club, Fausto Bianco e il Presidente uscente del Rotary Club, Antonio Di Giorgio, che hanno premiato tutti i partecipanti della manifestazione esprimendo lodevoli ringraziamenti all’organizzatore Stefano Arasi per l’impegno sostenuto affinché tutto andasse nel sano agonismo in campo. Il premio di capocannoniere è stato vinto da Andrea Marotta con 35 goal, invece, quello di miglior portiere è andato a Stefano Presti. (Nella foto da sinistra : Stefano Presti, Alberto Adorno, Andrea Marotta e Stefano Arasi)

sabato 10 luglio 2010

Parco dei Nebrodi : I Sindacati contro l' Ing. Massimo Geraci

Le segreterie provinciali abbandonano il tavolo delle trattative per protesta e decidono di rivolgersi al giudice del lavoro per chiedere la condanna del direttore dell’Ente Parco dei Nebrodi Massimo Geraci per comportamento antisindacale. Duro comunicato stampa dei sindacati provinciali Cgil-Fp, Cisl-Fps, Uilfp, Ugl, Cobas e Sadirs. dopo l’ultimo incontro avuto con i vertici dell’azienda.

Ecco il testo del comunicato :
“Si è conclusa senza nulla di fatto la riunione tenutasi ieri presso la sede del Parco dei Nebrodi con le organizzazioni sindacali che hanno abbandonato il tavolo per protesta contro i provvedimenti adottati dal direttore Massimo Geraci (nella foto). I sindacati contestano gli innumerevoli ordini di servizio adottati senza la prevista informativa sindacale e l’adozione di delibere e atti amministrativi illegittime, in contrasto con le più elementari norme contrattuali e amministrative, con cui si affidano incarichi di direzione a personale non dirigente, delibere in seguito annullate dal competente assessorato regionale del Territorio e Ambiente a seguito dell’esposto presentato dalle OO.SS.
L’ingegnere Geraci, incurante del rispetto delle normali relazioni sindacali, è riuscito in modo irresponsabile ad aggravare alcune problematiche riguardanti tutto il personale nel suo complesso al punto di scatenare una serie di ricorsi e di proteste da parte dei dipendenti. Assegnazione di qualifiche e promozioni non dovute ai dipendenti, incarichi di responsabilità e di coordinamento, corresponsione di indennità di responsabilità e di prestazioni di qualità, mobilità del personale, carichi di lavoro distribuiti ad personam, dimensionamento del personale sindacalizzato ecc., che certamente non depongono bene per l’immagine dell’Ente Parco stesso riguardo il riconoscimento e la tutela dei diritti dei lavoratori.
Non possiamo inoltre sottacere, in quanto di enorme gravità, il comportamento assunto dall’attuale direttore del tutto autoreferenziale, come se il Parco fosse una bottega da gestire privatamente, dimenticando così che l’Ente Parco dei Nebrodi, è un Ente Pubblico soggetto a norme e regole contrattuali e che, soprattutto, ha il dovere di trattare con dignità i lavoratori. Inoltre, le OO.SS. contestano il trasferimento di ispettori e guardia-parchi in assenza di motivazioni e dei previsti criteri, l’adozione di provvedimenti punitivi adottati nei confronti di alcuni rappresentanti aziendali e l’assoluta mancanza di rispetto dei ruoli, quasi a deridere, snobbare ed estromettere i legittimi rappresentanti dei lavoratori.
I sindacati dopo aver abbandonato il tavolo per protesta hanno deciso di incontrarsi martedì prossimo, 13 luglio, presso la sede della Cgil di Messina, per conferire mandato ad un legale allo scopo di mettere fine alla gestione personalistica del direttore del Parco dei Nebrodi di Sant'Agata Militello. Oltre a ciò i sindacati esprimono preoccupazione per la situazione economica in cui versa l’Ente anche a seguito dei tagli decisi dall’ultima finanziaria regionale e per tale motivo hanno chiesto al direttore una oculata gestione dell’Ente, evitando iniziative che nulla hanno a che fare, a parere delle OO.SS., con gli scopi istituzionali dell’Ente”.

Il comunicato è stato sottoscritto da rappresentanti dei lavoratori : Crocè, Calapai, Emanuele, Rovito, Ranieri e Guerriero.

lunedì 5 luglio 2010

7.ma Edizione del "Torneo d'estate 2010"

Giorno 5 luglio ha preso il via presso il campetto sportivo “San Giuseppe” di Sant’Agata Militello la settima edizione del “Torneo Estivo 2010” di calcio a 5. Parteciperanno 12 squadre articolate in 3 gironi che si sfideranno tutte le sere dalle ore 22 alle ore 24. Il torneo si concluderà nella notte tra il 23 e il 24 luglio 2010.
Questi i gironi :
GIRONE A
Alcolmen
i Blues
la Mimosa
AC Denti

GIRONE B
Torino
Galacticos
Inter
Principianti

GIRONE C
New Zeland
CPF
Arsenal
Paraguay

domenica 6 giugno 2010

mercoledì 12 maggio 2010

E' deceduto il Prof. Biagio Ricco Galluzzo

Non c’è stato nulla da fare per salvare la vita al Professore Biagio Ricco Galluzzo (61 anni) ustionatosi gravemente in 50% del suo corpo a causa di un incendio divampatosi nella sua abitazione di via Asmara a Sant’Agata Militello, venerdì scorso, provocato da un corto circuito di un impianto hi-fi. Trasferito d’urgenza con l’elisoccorso al Centro Grandi Ustionati di Palermo (nella foto) ha lottato duramente fino a ieri sera quando improvvisamente è morto. La salma è stata trasferita questo pomeriggio nella casa del fratello in contrada Orecchiazzi, dato il fatto che la sua è andata in fiamme, e domani verranno svolte il funerale nella chiesa Santa Lucia.

lunedì 10 maggio 2010

Inquinamento acustico a causa dei giunti autostradali usurati e dislocati

Una petizione popolare, sottoscritta da oltre 400 residenti di contrada Orecchiazzi, Serra Bernardo e Albanova, è stata consegnata nel settembre 2007 e questa mattina riproposta al vaglio degli interventi speciali con lettera scritta al Consorzio per le Autostrade Siciliane per la messa in sicurezza del tratto autostradale della A20 Messina-Palermo, al sindaco Bruno Mancuso. Il problema avanzato dai cittadini riguarda l'inquinamento acustico prodotto dal traffico veicolare dell'autostrada A20. In alcune zone il rumore sarebbe insopportabile. "E' il caso, ad esempio, del tratto Ponte Posta - si legge nella nota - che produce un danno acustico straziante per tutti coloro che abitano a nord di esso". E ancora "i veicoli che attraversano quel tratto autostradale producono un livello di rumore insopportabile, anche per i salti che ci sono tra le giunture dei tratti di ponte". Si ricordano i gravi danni che il rumore potrebbe provocare sull'organismo umano (perdita permanente dell'udito, stress, malattie cardiovascolari). Si chiede l'attuazione almeno di tre interventi : sistemazione in maniera moderna e adeguata dei giunti di collegamento per attutirne il rumore, nuova asfaltatura di tutto il tratto con asfalto fonoassorbente, realizzazione di barriere antirumore adeguate, lato monti. Il sindaco Bruno Mancuso viene sollecitato, in qualità di primo cittadino e di rappresentante della comunità, a rivendicare l'applicazione della legge del 26 ottobre 1995, n. 447, che regola il fenomeno (oltre alle varie direttive europee), facendo attuare i provvedimenti necessari.

venerdì 7 maggio 2010

Prende fuoco appartamento, ma il proprietario dormiva

Nella prima mattinata si è divampato un pericoloso incendio in una abitazione di via Asmara nel comune di Sant’Agata Militello.
La causa di ciò è dovuta al fatto del corto circuito di un impianto stereo hi-fi che ha scatenato le fiamme all’interno dell’abitazione.
Il proprietario si chiama Ricco Galluzzo Biagio di 61 anni, ed è un ex insegnante di Lettere e Filosofia in pensione con tanti anni passati all'ITIS “E. Torricelli” di Sant’Agata Militello, di cui durante il principio di incendio non si era accorto delle fiamme che stavano bruciando il suo appartamento perché dormiva nel suo letto. Ad accorgersi del tutto sono stati i vicini che hanno visto fuoriuscire dalla finestra del fumo nero, avvisando immediatamente il locale distaccamento dei vigili del fuoco e di una ambulanza del 118.
All’arrivo dei soccorritori l’uomo è stato trovato intontito nel suo letto, leggermente ustionato e stordito sicuramente dal monossido di carbonio respirato e, quindi trasferito d’urgenza nell’ospedale santagatese per essere ricoverato. L'uomo vive una vita solitaria e per questo motivo è stato numerose volte in cura al reparto di psichiatria di Sant'Agata Militello.

domenica 2 maggio 2010

Atto vandalico all'auto di un santagatese a Rocca di Caprileone

Grave atto vandalico è avvenuto quest'oggi nella popolosa frazione di Rocca di Caprileone, dove ignoti hanno danneggiato e derubato due autovetture, un fiorino rosso e una polo.
Sull’asfalto rimangono sparsi vetri rotti un po’ovunque e sulle auto sono evidenti i segni di effrazione, con finestrini sfondati, cruscotti rovistati e carrozzeria danneggiata. E’ questo il risultato di una mattinata di ignoti all’insegna dello sbando che hanno preso di mira due vetture parcheggiate nel posteggio della marina di Rocca di Caprileone.
I due proprietari, residenti rispettivamente a Sant'Agata Militello e Tortorici, venuti a passare una tranquilla domenica a praticare il loro hobby preferito, la pesca subacquea, hanno dovuto fare conto al loro ritorno ad un brutto ritrovamento sulle proprie autovetture con la rottura dei vetri, danni alla carrozzeria e il furto di oggetti all’interno fra cui documenti, vestiario, costose attrezzature da sub e 100 euro in contanti. I due avviliti dall'accaduto hanno avvertito le forze dell'ordine del locale distaccamento dei carabinieri sporgendo denuncia contro ignoti con la vana speranza di poter far luce sui possibili autori del misfatto e quindi di potere essere risarciti dei danni.

mercoledì 28 aprile 2010

Pericolosa voragine si è aperta in contrada Sant'Elia

Voragine di 4 metri e profonda circa 30 cm si è apera in contrada Sant'Elia, piccola frazione addentrata nel comune di Sant'Agata Militello, manifestandosi in una curva stretta, con scarsa visibilità e priva di illuminazione.
Essa, si è formata da diverso tempo, ma da qualche giorno l’asfalto ha ceduto creando un vuoto pericoloso sia per gli automobilisti che per i pedoni, ma soprattutto per gli autotrasportatori che tale strada la percorrono numerose volte nell'arco di un giorno; per tale motivo, visto che i tir essendo mezzi pesanti quindi carichi all'interno di materiali inerti (es. pietre, conglomerati cementizi, sabbia ecc...) portando peso sulla carreggiata deteriorando la voragine che con il peso tende a sprofondare sempre più, mettendo a serio rischio la vita dei conducenti che, nel peggio dei casi, potrebbero cappottare o ribaltarsi di tramezzo finendo in un ripido burrone adiacente. 
La causa della voragine è dovuta alla forte frigidità del terreno sottostante alla carreggiata, essendo zona fortemente attraversata da falde acquifere superficiali.

domenica 18 aprile 2010

Uno sport da valorizzare : la pesca subacquea

All’interno di quel vasto settore che vede come suo elemento centrale il mare, non potevamo non fare riferimento ad uno dei metodi più antichi di contatto fra l’essere umano e l’elemento acquatico in sé, ossia all’immersione e quindi alla pratica delle attività subacquee, nel loro sviluppo sportivo, scientifico e lavorativo; vari aspetti di una stessa sfera, tenuta insieme da un filo rosso rappresentato dal brevissimo prefisso latino "sub", che conserva il suo significato fondamentale di "sotto".

Le attività subacquee
Fin da un passato molto lontano l’uomo è entrato in contatto con l’ambiente marino e con l’immersione in esso per due fondamentali scopi : bellici o lavorativi.
Si deve infatti all’epoca del Rinascimento il primo progetto di una campana per immersione e al 1797, per opera del tedesco Karl Heinrich Klingert, quello sia di uno scafandro ad aria compressa sia del primo casco metallico subacqueo, entrambi seguiti dalla realizzazione del primo prototipo di Palombaro, ossia dell’attuale scafandro semirigido, iniziato nel 1819 e perfezionato nel 1837 dall’inglese Gorman Siebe.
Per quanto riguarda invece la prima impresa subacquea ben documentata e descritta dobbiamo aspettare fino al 1913, anno in cui un pescatore di spugne greco di nome Giorgio Haggi Statti si immerse a 80 metri di profondità per recuperare l’ancora della nave italiana "Regina Margherita".
Con il passare del tempo poi, durante la seconda guerra mondiale, furono soprattutto le esigenze belliche a dare grosso impulso all’ulteriore sviluppo delle attrezzature per le immersioni, seguite subito dopo da quelle manifestate dai settori sportivo, archeologico, fotografico e della biologia marina.
La realizzazione di strumentazioni e metodologie sempre più sofisticate sono dovute quindi all’ampliamento delle aree che si sono interessate principalmente a migliorare la forma di immersione più comune e semplice, quella praticata in apnea.

L'immersione in apnea
L’apnea è la pratica di immersione relativamente più semplice ed antica, nata prevalentemente in relazione con l’attività della pesca, e come tale disciplinata per la prima volta nell’ordinamento italiano da una legge del luglio 1965, modificata in seguito da decreti del Presidente della Repubblica nel 1983 e nel 1987.
L’immersione in apnea permette all’organismo il corretto proseguimento dei processi metabolici, visto il normale mantenimento degli scambi gassosi, non compromessi dalla diminuzione della concentrazione di ossigeno e dall’aumento di quella di anidride carbonica, entrambi i fenomeni dovuti all’interruzione della respirazione.
Proprio per evitare che un eccessivo aumento di CO2 possa causare gravi danni cerebrali e momentanee perdite di coscienza, il sub deve eseguire preventivamente ed in fase di recupero un’adeguata iperventilazione, ossia una manovra composta di profonde inspirazioni ed espirazioni.
Per l’immersione in apnea il sub utilizza una specifica attrezzatura composta da quattro elementi fondamentali : le pinne, la maschera , l’areatore e la muta.
- Le pinne sono formate da una scarpa di gomma morbida e da una pala di materiale più o meno rigido, o anche di fibra di carbonio. Le pinne utilizzate per l’immersione in apnea hanno di solito una pala lunga 65-70 cm e di fattura piuttosto stretta.La maschera deve essere sagomata in modo tale che il naso del sub sia compreso al suo interno : di solito le migliori sono quelle molto aderenti al viso, ottimali se in cristallo, che lascino il minor spazio possibile all’aria e che abbiano le lenti complanari, in modo da non causare una visione distorta.
- L’areatore (anche detto respiratore), è invece un semplice tubo di gomma con un boccaglio solitamente in silicone.
- Per quanto riguarda la muta, utilizzata per evitare l’eccessiva dispersione del calore corporeo a contatto con l’acqua, ne esistono diversi tipologie: umide, semistagne e stagne. A seconda dell’utilizzo cui viene destinata sarà consigliabile uno o l’altro modello: per l’apnea va bene la muta umida, che permette una minima permeabilità all’acqua. Qualsiasi muta è di solito composta da una giacca e da un pantalone, generalmente senza cerniere e oggi interamente in neoprene (in origine era di gomma), accompagnata da calzari e guanti dello stesso materiale. Si aggiungono alla muta, in qualità di accessori molto consigliabili, una cintura zavorrata, una lampada alogena o una torcia ed un coltello per qualsiasi evenienza di pericolo.

Se si immerge per la battuta di pesca il sub inserisce in questo equipaggiamento un fucile ad aria compressa (preceduto in passato dai modelli a cartuccia e a gas liquefatto).

Lo sport subacqueo
Gli sport subacquei furono unificati per la prima volta dall’Unione Sportiva Dario Gonzatti, fondata da Luigi Ferraro nel 1948.
Fu lo stesso Ferraro ad occuparsi di promuovere l’inserimento di questi sport in un’associazione sportiva nazionale: nel 1949 essi entrarono quindi a far parte della FIPS (FIPSAS dal 1995, ossia Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee).
Elenchiamo di seguito brevemente le attività agonistiche che gestisce e coordina la FIPSAS, e che vengono seguite a livello internazionale dalla CMAS (Confederation mondiale des activites subacquatiques).

  • - Pesca subacquea :  il cui primo campionato europeo venne organizzato a Sestri Levante nel 1954, e che è ad oggi un’attività molto diffusa a livello internazionale. Molti risultati positivi in questa disciplina sono stati raggiunti ai Mondiali e ai Campionati Europei dalla squadra nazionale italiana.

  • - Fotografia subacquea :  la cui prima edizione di campionati mondiali risale a tempi più recenti (Calampiso in Sicilia nel 1979). Questa disciplina prevede due categorie, la sportiva in apnea e la tecnica con ARA, entrambe da svolgere con attrezzature fotografiche libere e l’utilizzo di pellicole 24x26 mm.

  • - Nuoto pinnato.

  • - Tiro a bersaglio subacqueo :  le cui gare si effettuano in apnea e con l’uso di fucili o ad elastico o ad aria compressa. La competizione prevede due serie di tre tiri per ciascun concorrente (a bersaglio fisso e mobile, posto ad una distanza di 3-3.5 m dalla linea di tiro) da svolgersi in un tempo massimo di 5 minuti per serie.

  • - Immersione in apnea : i cui record sono eseguiti secondo due diverse tecniche, in assetto variabile (ossia scendendo con l’aiuto di una zavorra scorrevole lungo un filo d’acciaio) o in assetto costante (ossia scendendo in profondità e riemergendo con il solo ausilio del pinneggiamento). Nomi italiani di rilevo storico e sportivo in questa disciplina sono stati J. Mayol ed E. Maiorca, entrambi recordman a livello mondiale.
Esistono oggi moltissime associazioni, enti e scuole sparse sul territorio nazionale che rilasciano attestati, svolgono corsi ed "educano" chiunque abbia passione o curiosità ad un ottimale contatto tra l’uomo e l’elemento acquatico in senso strettamente ambientale- naturalistico e sportivo.

Approfondimenti

E' vietata la pesca subacquea


  • - di notte (consentita solo dall'alba al tramonto);

  •  - a distanza inferiore a 500 m dalle spiagge frequentate da bagnanti;

  • - a distanza inferiore a 100 m da impianti fissi di pesca, da reti, da navi all'ancora;

  • - in zone di mare di regolare transito di navi per l'uscita o l'entrata nei porti ed ancoraggi (determinate dal capo del compartimento marittimo);

  • - nelle zone protette.
È inoltre vietato :

  •  - l'uso di apparecchi ausiliari di respirazione; è consentito però trasportare su un mezzo nautico fucili subacquei e apparecchi di respirazione della capacità massima di 10 litri, fermo restando il divieto del loro utilizzo contemporaneo. In tal caso, sul mezzo nautico deve restare una persona pronta a intervenire in caso di emergenza;

  • - tenere il fucile subacqueo in posizione di armamento se non in immersione e transitando in zone frequentate da bagnanti;

  • - l'uso del fucile subacqueo ai minori di anni 16. Chiunque cede o affida (se all'affidamento segue l'uso) un fucile o attrezzo simile a minore di anni sedici è punito con sanzioni amministrative da 250 euro a 1500 euro.
È obbligatorio :

  • - denunciare all'Autorità Marittima il rinvenimento di relitti di apparecchiature militari, armi, bombe ed altri ordigni esplosivi, oggetti d'interesse storico, archeologico ed etnografico;

  • - che il subacqueo si segnali con una una boa visibile a 300 m; nel caso - sempre opportuno - che il subacqueo si appoggi ad una barca, può essere esposta su questa una bandiera (il che è obbligatorio se nessuno resta a bordo): quella bianco-celeste corrispondente alla lettera A del Codice Internazionale dei Segnali, o quella rossa con una striscia diagonale bianca, se si è in acque nazionali;

  • - che il subacqueo rimanga entro un raggio di 50 m dalla verticale del segnale (boa o mezzo nautico).
Limiti di cattura :

  • - per il pescatore sub sportivo sono gli stessi che per la pesca sportiva di superficie:

  • - 5 kg giornalieri, complessivi tra pesci, mollusci e crostacei (salvo il caso di un singolo pesce di peso superiore);

  • - 1 sola cernia al giorno, di qualsiasi specie.
Prede vietate:

  • - non si possono raccogliere "coralli, molluschi e crostacei". Il termine "molluschi" va inteso in senso restrittivo, rimanendo la possibilità di catturare molluschi cefalopodi (polpi, totani e seppie); è invece strettamente vietata la pesca dei datteri (lithofagus-lithofagus). La raccolta del riccio di mare è consentita solo in apnea, manualmente e fino a 50 esemplari al giorno.
Disciplina della pesca marittima (Legge 14 luglio 1965 n° 963)
La legge rimanda al Regolamento per quanto riguarda "le cautele e le modalità da osservarsi nella detenzione ed uso del fucile subacqueo o attrezzi similari" (art. 18 comma II°), e si limita a fissare l'età minima per l'esercizio della pesca con tali attrezzi in anni 16.

L'articolo 15 della legge (Tutela delle risorse biologiche e dell'attività di pesca ), prevede il divieto generale di "pescare in zone e in tempi vietati dai regolamenti, decreti, ordini legittimamente emanati dall'autorità amministrativa e detenere, trasportare o commerciare il prodotto di tale pesca, nonché pescare quantità superiori a quelle autorizzate, per ciascuna specie, da regolamenti, decreti ed ordini legittimamente emanati dall'autorità amministrativa". Il divieto è sanzionato dall'art. 26 con sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 3000 euro.

L'articolo27 indica come sanzioni amministrative accessorie :

  • - la confisca del pescato;

  • - la confisca degli strumenti, degli attrezzi e degli apparecchi di pesca usati in contrasto con le norme della legge, escluse le navi.
L'art 26 comma II° prevede la stessa sanzione pecuniaria per tutte le infrazioni alle norme sulla pesca subacquea stabilite nel Regolamento, che andiamo subito ad analizzare.

Tra le disposizioni generali, l'articolo 7 ( classi di pesca ) definisce la pesca sportiva come "attività esercitata a scopo ricreativo o agonistico" e vieta "sotto qualsiasi forma, la vendita e il commercio dei prodotti di tale tipo di pesca". Di modesto interesse il coordinato disposto degli artt 3 e 6 lett. 2 che definiscono il fucile subacqueo e la fiocina a mano come "attrezzi da pesca". Ricordiamo comunque che anche se non si tratta di armi in senso proprio, i fucili subacquei restano pur sempre strumenti atti ad offendere, e che perciò - se si vogliono evitare problemi con le forze dell'ordine - è sempre bene non averli con sé in situazioni in cui diventa difficile giustificarne la detenzione ( es : fucile senza il resto dell'attrezzatura nel bagagliaio dell'auto mentre ci si reca in ufficio o in montagna ).

Articolo 128-bis - Esercizio della pesca subacquea sportiva - "La pesca subacquea sportiva è consentita soltanto in apnea senza l'uso di apparecchi ausiliari di respirazione. Di questi ultimi è consentita l'utilizzazione solo per finalità diverse dalla pesca". Questo primo comma non presenta difficoltà interpretative, come invece presenta il secondo : "Il pescatore sportivo subacqueo non può raccogliere coralli, molluschi e crostacei". La norma utilizza il termine "molluschi" da intendersi in senso restrittivo, ossia non fa riferimento ai molluschi cefalopodi quali polpi, totani e seppie.

Articolo 128-ter (art. 3 D.M. 1/6/1987, n. 249) -  "Ai fini della sicurezza e della salvaguardia dei pescatori subacquei, sia professionali che sportivi, è consentito trasportare sullo stesso mezzo nautico fucili per la pesca subacquea o mezzi simili ed apparecchi ausiliari di respirazione dotati, esclusivamente, e per ogni singolo mezzo nautico, di una bombola di capacità non superiore a 10 litri, fermo restando il divieto di servirsene per l'esercizio della pesca subacquea. Durante l'attività di pesca subacquea il pescatore deve essere costantemente seguito da bordo del mezzo nautico da almeno una persona pronta ad intervenire in casi di emergenza; in ogni caso deve esservi a bordo del mezzo stesso una cima di lunghezza sufficiente a recuperare il pescatore subacqueo. "

L'articolo129 intitolato "limitazioni" pone alcuni limiti temporali e spaziali all'esercizio della pesca subacquea, che è vietato :

  • - a distanza inferiore a 500 metri dalle spiagge frequentate da bagnanti;

  • - a distanza inferiore a 100 metri dagli impianti fissi da pesca e alle reti da posta;

  • - a distanza inferiore a 100 metri dalle navi ancorate fuori dai porti;

  • - in zone di mare di regolare transito di navi per l'uscita o l'entrata nei porti ed ancoraggi, determinate dal capo del compartimento marittimo;

  • - dal tramonto al sorgere del sole ( lettera aggiunta dal D.P.R. 219/83).
L'articolo 130 impone al subacqueo di "segnalarsi con un galleggiante recante una bandiera rossa con striscia diagonale bianca, visibile ad una distanza non inferiore a 300 metri" . Nel caso che il subacqueo disponga di mezzo d'appoggio, "la bandiera deve essere issata sul mezzo nautico. Il subacqueo deve operare entro un raggio di 50 metri dalla verticale del mezzo nautico di appoggio o dal galleggiante portante la bandiera di segnalazione".

L'articolo 131, che chiude la sezione relativa alla pesca subacquea, fa divieto di "tenere il fucile subacqueo in posizione di armamento se non in immersione".

L'articolo 142 prevede il famoso limite dei 5 Kg : "il pescatore sportivo non può catturare giornalmente pesci, molluschi e crostacei in quantità superiore a 5 Kg complessivi, salvo il caso di pesce singolo di peso superiore. Non può essere catturato giornalmente più di un esemplare di cernia a qualunque specie appartenga ( comma aggiunto dal D.P.R. 219/83 ). La norma in questione parla del pescatore sportivo in generale : il riferimento a molluschi (non cefalopodi) non può estendersi al pescatore subacqueo per la presenza di una norma specifica che gli vieta la cattura di tali organismi (art. 128 bis).

L'articolo144 "Manifestazioni sportive" esclude al comma II° l'operatività del limite di 5 Kg nei confronti dei "partecipanti alle manifestazioni sportive" ( comma aggiunto dal D.P.R. 219/83), che secondo il comma I° devono essere di regola approvate dal capo del compartimento marittimo con ordinanza.

sabato 3 aprile 2010

Finanziere in licenza morto schiacciato dal trattore ad Albanella

Una disgrazia ha scosso la cittadinanza di Sant’Agata Militello per la morte di Ezio Grippa, 42 anni, schiacciato dal trattore  mentre si rendeva utile ad aiutare la madre nel terreno di famiglia ad Albanella nel salernitano. All’arrivo dei soccorritori non hanno potuto che constatare il decesso dell’uomo, sollevando il mezzo agricolo con una gru per recuperare il corpo ormai senza vita.
Sono stati i parenti della vittima a dare l’allarme mentre assistevano da lontana all’episodio fatale del ribaltamento del mezzo.
Sul posto è intervenuta l’ambulanza del 118, i carabinieri  e i vigili del fuoco che hanno lavorato per diverso tempo prima di liberare il corpo schiacciato sotto il mezzo.
La vittima sposato nella cittadina santagatese da diverso tempo, lascia due figli; nella vita era un appuntato della Guardia di Finanza nella stazione Comando-Tenenza di Santo Stefano di Camastra. Era in vacanza dalla sua famiglia per festeggiare insieme il periodo pasquale.

giovedì 25 marzo 2010

Giovani per Sant'Agata organizza il "Bookcrossing"

Ancora una interessante iniziativa a Sant'Agata Militello da parte dell’associazione “Giovani per Sant'Agata” (nella foto tre di loro, da sx a dx : Angelo Marchesin, Peppe Maimone ed il noto calciatore Ignazio Presti, del Città di Sant'Agata, ex Tortorici e Sant'Agata). In occasione della giornata nazionale “Leggere, Leggere, Leggere”, in piazza Vittorio Emanuele, dalle 9.00 alle 20.00, si svolgerà l’evento di Book-Crossing “Libera la cultura, non lasciarla nello scaffale”. Una specie di baratto di libri, anche vecchi ed usati, per rilanciare, appunto, la cultura della lettura.
Domani, venerdì 26 marzo, in piazza Vittorio Emanuele a Sant'Agata Militello, dalle ore 9.00 alle ore 20.00, i ragazzi di “Giovani per Sant'Agata”, in occasione della giornata nazionale “Leggere, Leggere, Leggere”, organizzeranno un evento di Book-Crossing dal titolo: "Libera la cultura, non lasciarla nello scaffale”. Chiunque ha a casa uno o più libri che ha già letto o sa che non leggerà, potrà portarli in piazza Vittorio Emanuele allo stand allestito dai ragazzi dell’associazione e potrà barattarlo con uno o più libri messi a disposizione dall’associazione stessa e da chiunque voglia partecipare all’evento. Ogni libro verrà registrato sul sito internet www.bookcrossing.com, ad ogni libro quindi verrà dato un codice identificativo così da “seguire” sul sito il “viaggio” del libro stesso.(fonte http://www.glpress.it/)

lunedì 25 gennaio 2010

Protesta ad Orecchiazzi per l'abbandono di ingenti quantità di eternit



Un vergognoso ritrovamento si è scontrato, presso i cassonetti della nettezza urbana, in contrada Orecchiazzi, piccola frazione situata nel comune di Sant'Agata Militello, l'abbandono di ingenti quantità di asbesto (o amianto), più comunemente chiamato eternit, materiale nocivo a causa delle sue fibre e  fuori legge in Italia dal 1992 (art. 257 del 1992) perchè provoca le seguenti malattie respiratorie : asbestosi, mesotelioma e carcinoma polmonare, pericoloso in ambienti sottoposti a vibrazioni, urti e correnti d'aria, per la facile tendenza alla frantumazione (sbriciolamento) e conseguente possibile dispersione in atmosfera di fibre libere.
L'avvenimento a fatto infuocare gli animi dei residenti della frazione per il deprimevole comportamento di qualche cittadino, forse "sprovveduto" (la legge non ammette ignoranza), che ha preferito liberarsi del materiale quanto mai pericoloso il più lontano possibile dal suo habitat naturale, andandolo a depositare in un ambiente desolato, ma ricco di  fauna e flora, che è quello di contrada Orecchiazzi.
Pressappunto, questo inconveniente, è avvenuto in un periodo la città sta passando definitivamente alla sistema della raccolta differenziata con il collocamento dei rispettivi cassonetti della carta, del vetro, della plastica e dell'umido, togliendo a sua volta i vecchi cassonetti in cui potevi buttare di tutto, dislocandoli in svariati punti del paese.
Quindi, sarebbe quanto mai indispensabile informare la cittadinanza di non far accadere tali situazioni inquinanti e pericolose per la salute umana, oltre al fatto di arrecare un grave danno d'immagine agli organi amministrativi comunali che ci rappresentano.

domenica 3 gennaio 2010

lunedì 21 dicembre 2009

Investito brutalmente un anziano ad Orecchiazzi


Incidente in contrada Orecchiazzi questa mattina intorno alle 9 e 15 all’altezza del km 2 nella Strada Provinciale 161 che collega Sant’Agata Militello ai comuni di Militello Rosmarino e Alcara Li Fusi.
Un anziano uomo di 83 anni, che stava attraversando a piedi la strada per raggiungere nel lato opposto della carreggiata la sua abitazione, è stato investito da un furgone bianco guidato da un uomo di 82 anni .
L’anziano è stato violentemente sbalzato a terra, procurandosi vistose ammaccature e forti dolori interni. L'autista del mezzo spaventato dell’accaduto si è fermato a prestare soccorso, dichiarando di aver visto l’anziano uomo troppo tardi non riuscendo a fermare l’auto in tempo utile per scansarlo, esso dovuto anche al fatto dell’asfalto sdrucciolevole in presenza di determinate condizioni atmosferiche. Per tutto ciò, è stato necessario l'intervento di un'ambulanza del 118 che ha soccorso l’uomo, trasportandolo immediatamente al nosocomio santagatese per constatare eventuali fratture interne, che l'uomo a manifestato animosamente da subito. Per la gravità dell’accaduto hanno tralasciato l’intervento delle forze dell’ordine (per i rilievi di legge utili quanto mai per stabilire l’esatta dinamica dell'incidente) per tamponare urgentemente da pericolose infezioni le vistose escoriazioni esterne e controllare gli eventuali danni fisici procuratosi. Le condizioni dell'uomo a primo impatto sembrano piuttosto gravi ma sicuramente non destano preoccupazioni vitali.
...

 Il referto medico, giunto alle ore 11.35 ha riscontrato un lieve trauma cranico e una microfrattura all'osso temporale; l'uomo già nel primo pomeriggio verrà dimesso dall'ospedale e continuerà la riabilitazione in completo riposo nella sua abitazione di contrada Orecchiazzi.

sabato 15 agosto 2009

Festeggiamenti in onore di Maria SS. Assunta

L'Assunzione di Maria è un dogma cattolico nel quale viene affermato che Maria, terminato il corso della vita terrena, fu trasferita immediatamente in Paradiso, sia con l'anima che con il corpo, cioè fu assunta, ossia accolta in cielo.
L'assunzione di Maria è festeggiata nel calendario cattolico il 15 agosto.

LA FESTA e LA CHIESA
Il 14 Agosto, nella contrada di contura, si svolge la festa di Maria SS. Assunta, che gli abitanti della piccola frazione organizzano con grande fede e devozione. I festeggiamenti si svolgono nel tardo pomeriggio, durante il quale la statua lignea della vergine, che fu donata da Padre Messina negli anni '30, viene portata in processione, ad anni alterni, nelle contrade di Astasi e Orecchiazzi, dove viene celebrata la Santa Messa. Al termine della funzione liturgica, la statua della Madonna, viene riportata nella sede della Chiesa di Contura.
La Chiesa dell'Assunta di contrada Contura, originariamente dedicata alla Madonna delle Grazie, è stata costruita tra il XVII e il XVIII secolo per le esigenze di culto della locale comunità contadina. Abbellito dalle diverse generazioni di battezzati che si sono susseguite, l'edificio è stato completamente rifatto e benedetto da Mons. Ignazio Zambito l'11 Settembre 1990.

PREGHIERA
O Maria SS. Assunta al cielo e Madre della Divina Provvidenza, concedi a noi tuoi figli, che a te ricorriamo con fiducia, grazie e benedizioni. Provvedi a tutte le nostre necessità e a quelle di questa Chiesetta. Così sia.

FOTO

mercoledì 12 agosto 2009

Programma festa in onore di "Maria SS. Assunta"

cliccare nella foto per ingrandirla

martedì 11 agosto 2009

Estate Santagatese 2009

Cliccare sulla foto per ingrandirla

Sant'Agata : Assenteismo sul posto di lavoro. Indagati 13 dipendenti comunali

Blitz antiassenteismo stamattina al Comune di Sant'Agata Militello, in provincia di Messina. Ad effettuarlo circa 30 carabinieri della locale Compagnia che hanno bloccato, intorno alle 9.30, tutti gl'ingressi del palazzo municipale.
I militari hanno scelto il martedi' perche' il giorno in cui viene allestito in contrada Capita il mercato setttimanale. Tredici dipendenti non sono stati trovati al loro posto, nonostante avessero timbrato regolarmente il cartellino marcatempo in ingresso. Tra questi anche due capi area. Tutti ora sono indagati per assenteismo e truffa ai danni dello Stato.

lunedì 10 agosto 2009

giovedì 6 agosto 2009

Il "Città di Sant'Agata" sta lavorando per la prossima stagione

Grandi ambizioni di mercato stanno manovrando il "Città di Sant'Agata, squadra neo-promossa in Prima Categoria, pronta ad investire per puntare ad insediare i vertici della classifica, partendo dal vecchio sodalizio dirigenziale, composto da Filippo Miracola (nella foto), Pippo Nanì (nella foto), Cono Lanza, Sarino Basile Gigante e Salvatore Cannistraci e con l'ingresso di nuovi soci, quali i fratelli Foti (noti commercianti nel settore dell'abbigliamento), il ragioniere Michele Lax (noto assicuratore santagatese), di Rosario Di Pietro (imprenditore nel movimento terra) e del geometra Carmelo Sanna (noto imprenditore edile) che incrementeranno ulteriormente il badget societario.La società, innanzitutto, ha prolungato il contratto per un'altra stagione all'esperto allenatore santagatese Pippo Currò (nella foto), reo di aver stravinto il campionato di Seconda Categoria e la prestigiosa Coppa Trinacria, affidandogli la responsabilità di allestire una rosa di calciatori per puntare in alto.
Per questo motivo la dirigenza sta lavorando duramente per aggiudicarsi i migliori giocatori in circolazione che scelgano di sposare un grande progetto con lo scopo di raggiungere il tanto atteso passaggio nel campionato di Promozione.
Andando per ordine, in difesa, è stato ingaggiato dal Santo Stefano, Giuseppe Ciardo (ex Rocca di Caprileone) e si pensa a Gabriele Serraino e Mario Martinez del San Fratello; a centrocampo, ritornano due ex, quali Salvatore Miracola (figlio di Filippo) e Salvatore Silla, ambedue provenienti dal San Fratello; in attacco, invece, è stato raggiunto un accordo con Angelo Scianò, che sarà però disponibile solo a partire dal mese di Novembre (per impegni lavorativi) e dulcis in fundo, sta per essere ingaggiato Antonio Alioto (ex Tortorici, Petrosino-Marsala e Orlandina), ormai in rotta con il "Sant'Agata calcio", quindi pronto a sposare il progetto del "Città", seppur in una serie inferiore; per l'ufficialità si è attendono gli ultimi dettagli economici.
Nel mercato in uscita, il "Città", perde pedine importanti come Ignazio Presti (ex Tortorici e Sant'Agata) trasferitosi a Genova, Tonino Criscì (ex Rocca di Caprileone) trasferitosi a Milano , Vincenzo Miceli (ex Sant'Agata, San Fratello e Rosmarino) (svincolato), Giuseppe Merlo (ex Torrenovese e Rocca di Caprileone) (non è stato raggiunto l'accordo economico), Daniele Cammareri ceduto alla Futura Brolo, Toti Guerrigno (ex Sant'Agata e Rosmarino) (svincolato), Stefano Presti e Calogero Cordici ceduti al Rosmarino, Antonio Santomarco (ex Sant'Agata) (fine prestito) e Andrea Scoglio (fine prestito).
Tra i riconfermati ci sono : Giacomo Famularo (portiere); Renato Rakipi, Enzo Brunello, Ivan Currò e Giuseppe Ingrassia (difensori); Antonio Reale, Nicola Arpaia e Biagio Zingales (Centrocampisti); Francesco Maiorana e Antonino Liprino (Attaccanti).
Il raduno pre-campionato è stato fissato per giovedì 20 Agosto con inizio del campionato giorno 13 settembre, ancora da prefissare la data dei preliminari della Coppa Sicilia.

venerdì 24 luglio 2009

Torneo d'estate - 6° edizione : vince la squadra "Siprotex"

Si è conclusa nel migliore dei modi la 6° edizione del “Torneo d’estate”, a cura della passione calcistica di Salvatore Grillo e Nicolò Micalizzi, protagonisti fondamentali di aver organizzato una perfetta manifestazione basata sul puro agonismo e nel massimo divertimento. Al trofeo hanno partecipato 8 squadre, suddivise in due gironi, dove si qualificavano le prime due classificate, che accedevano direttamente alle semifinali.
Ha vincere la manifestazione è stata la squadra “Siprotex” (nella foto), composta da Antonio Santomarco, Walter Travaglia, Leonardo Scaffidi, Andrea Scoglio, Stefano Presti, Alberto Adorno e Maurizio Naro, che ha avuto la meglio sulla squadra “Supermercato Spesamia” con il punteggio di 3 a 2, aggiudicando il trofeo iridato. La terza classificata è invece la squadra “Aner-Bar L’Incontro” che ha superato con il risultato di 8 a 2 la squadra “Panificio Pellizzeri”.
Sono stati assegnati anche premi individuali, quale miglior portiere a Federico Vaccaro, miglior giocatore a Ismael Pizzino, miglior realizzatore a Walter Travaglia e premio simpatia a Calogero Cordici.

giovedì 23 luglio 2009

Finale "Torneo d'estate 2009"

Questa sera alle ore 23.00 nel complesso sportivo "San Giuseppe" si disputerà la finale della 6° edizione del "Torneo d'estate", manifestazione a cura di Salvatore Grillo (nella foto) e arbitrata da Nicolò Micalizzi, dove saranno di scena la squadra "Ferruccio" e quella di "Santomarco". Alle ore 22.00, invece, si disputerà la finale per il 3° e 4° posto, dove si incontreranno la squadra di "Fabio" e quella di "Pellizzeri".
Verranno premiati le squadre classificate dal 1° al 4° posto, il miglior giocatore, il miglior portiere e il miglior realizzatore.

domenica 19 luglio 2009

Il team Acireale vince il 3° Memorial "Nino Armeli

Il team "Acireale" (nella foto) ha vinto il trofeo "Memorial Nino Armeli", competizione di calcetto (3 più 1, il portiere) con 16 squadre. La manifestazione calcistica, arrivata alla terza edizione è dedicata al mai dimenticato organizzatore sportivo, Nino Armeli, presidente dell' Interclub, di cui rimangono sempre apprezzati i valori di uomo generoso e leale, ed il senso di responsabilità nel lavoro alla buona riuscita delle manifestazioni sportive di grande richiamo della sua città, tra cui il gran premio regionale di kart. Durante la cerimonia di premiazione delle squadre, il sindaco Bruno Mancuso, l'assessore allo sport, Antonio Scurria e l'assessore Filippo Travaglia, insieme al pubblico presente, hanno testimoniato la valenza e la volontà di continuità della manifestazione sportiva per ricordare l'esempio da emulare, lasciato da Nino Armeli. Nella partita finale la squadra vincitrice del trofeo, capitanata da Alfredo Basile, ha sconfitto con il risicato punteggio di 5 a 4 l'agguerrita formazione del team "Gli amici", trascinata da un mai domo Roberto Veneroso, autore di 3 goal, e di una prestazione di pregevole profilo agonistico. Le cinque reti dei vincitori sono state siglate da Boris Zingales, Maurizio La Villetta e Nicolò Micalizzi (2). La vittoria porta anche il nome del portiere "saracinesca" Stefano Presti e del talento Angelo Margò. Gli Amici che hanno affiancato il sempreverde Roberto Veneroso, sono stati : Rosario Di Pietro, Salvatore Miracola, Antonio Liotta, Antonio Reale e Giuseppe Nocifora. I premi individuali sono andati : comer miglior portiere a Luca Travaglia, come miglior giocatore a Giuseppe Nocifora, come miglior realizzatore a Nicolò Micalizzi, infine, il premio fair play va a Salvatore Armeli e Nicola Versaci.

lunedì 6 luglio 2009

giovedì 2 luglio 2009

Il Sant'Agata calcio punta in alto nella prossima stagione

Inizia la campagna acquisti per il Sant’Agata calcio, che si sta impegnando al massimo per programmare la prossima stagione ad alti livelli, dopo un ottima annata con il raggiungimento di una tranquilla salvezza ad un passo dal disputare i play off nel campionato di Promozione.
Quest’anno dallo staff tecnico si profilano delle voci significative, che portano a grandi obiettivi, ovvero quello di svolgere un campionato di vertice, allestendo un grande gruppo competitivo che possa riportare il calcio che conta a Sant’Agata Militello. Negli ultimi giorni si sono sentite innumerevoli voci di mercato inerenti la rosa del Sant’Agata calcio, quali Roberto Veneroso (Due Torri), Michele Di Napoli (Milazzo) e Carlo Aiello (Orlandina) per il reparto difensivo, per il centrocampo si pensa a Daniele Patti (Due Torri), Angelo Margò e Stefano Prattella (Orlandina), incognito invece il nome del bomber da affiancare ad Antonio Alioto, si presume il nome di Salvatore Marandano (Orlandina) oppure Antonio Cannistraci (Orlandina), infine si tratta per un estremo difensore da accostare all’esperto Gabriele Monastra, le voci di mercato portano a Stefano Presti (Città di Sant’Agata).
In poche parole, bando alle ciance, mister Salvatore Bongiovanni e il suo staff tecnico e dirigenziale stanno lavorando al massimo per portare a grandi questa società, rilevata appena un anno fa sull’orlo del fallimento, allestendo in poche settimane una squadra ambiziosa e senza grosse pretese, solo il raggiungimento di una tranquilla salvezza ottenuta con molto margine di anticipo rispetto alla fine della regular season, sfiorando l’accesso a disputare i play off, riprovandoci quest’anno con altri obiettivi e con un altro spirito di sacrificio a raggiungere in tempi brevi grandi risultati sportivi, partendo dal presupposto di raggiungere e stabilizzarsi almeno nel campionato di Eccellenza.

domenica 28 giugno 2009

La Zuluese Calcio vince il 2° Trofeo "Maria SS. Assunta"

Nella foto la squadra vincitrice del 2° Trofeo "Maria SS. Assunta" : Giorgio Cicirello, Vincenzo Scarpa, Fabio Zingales, Bevacqua Davide e Zingales Botta Antonio.
Questi i risultati :
1° Giornata : Telegrafo - Zuluese 1 a 2. Riposa : Fratelli dell'Angelo.
2° Giornata : Fratelli dell'Angelo - Telegrafo 0 a 4. Riposa : Zuluese.
3° Giornata : Zuluese - Fratelli dell'Angelo. Riposa : Telegrafo.
Finale : Zuluese - Telegrafo 6 a 4.

mercoledì 24 giugno 2009

Assenza di protezioni laterali sulla s.p. 161 in zona Orecchiazzi

Sono innumerevoli le proteste dei cittadini che attraversano quotidianamente la strada provinciale 161, che collega Sant’Agata Militello con le località collinari di Militello Rosmarino e Alcara Li Fusi, nel tratto stradale sito in contrada Orecchiazzi, antistante la cosiddetta “curva di Pilato”, nel quale si può constatare un evidente stato di pericolo per i viaggiatori (nella foto), che sbagliando una manovra o non ravvedendosi dell’interruzione del guard rail, rischiano di piombare in un ripido precipizio lungo una cinquantina di metri, non lasciando scampo a chi “scongiurando” dovrebbe “speriamo mai” caderci inesorabilmente. A rendere ancora più pericolosa la vicenda è la mancanza di illuminazione, che senza o con questo problema in questione, dovrebbe esserci perché oltre ad essere un punto a rischio per una imminente curva stretta con stabile rischio di incidenti, essa è un centro abitato quindi per legge dovrebbe essere riqualificata con l’aggiunta di un adeguato numero di impianti di illuminazione. Infine, per mettere ulteriormente in sicurezza la strada servirebbe un altro costone di guard rail, che isolerebbe efficientemente il pericolo.

domenica 21 giugno 2009

2° Trofeo "Maria SS. Assunta"

Group Atis & Circolo Culturale "Maria SS. Assunta" organizzano Domenica 28 Giugno 2009 alle ore 16,00 il 2° Trofeo "Maria SS. Assunta", riservato questa volta ai nati dal 1995 al 1997.
La prima edizione è stata vinta dalla squadra Angelo Azzurro composta da Pedalà Simone, Sirna Giannantonio, Rai Kamel, Rizzo Antonio, Foresto Anthony e Scoglio Andrea.
Queste le nuove modalità del Trofeo :
  • L'iscrizione al Trofeo è totalmente gratuita.
  • Alla manifestazione possono partecipare i nati dal 1995 al 1997.
  • Se viene schierato un nato dal 1994/93/92 e via dicendo la squadra verrà esclusa dal Trofeo.
  • La durata di una partita è di 2 tempi da 10 minuti ciascuno.
  • In caso di parità nei tempi regolamentari si eseguiranno i calci di rigore.
  • Ogni squadra deve equipaggiarsi di maglie da gara dello stesso colore.
  • Verrà premiata solo la squadra 1° Classificata.
  • In altre situazioni farà fede il Regolamento del Giuoco Calcio a 5.
  • La squadra vincitrice verrà inserita nell’Albo d’oro della manifestazione.

Per ulteriori informazioni invia una email a newcircolo@gmail.com oppure chiama il numero 327/3444639.

giovedì 11 giugno 2009

Amministrative Sant’Agata Militello : Risultati finali


 

* 

SINDACO (in %) 

VOTI 

 

Mancuso Bruno (70,40%)

6.372 

 

Vicari Alfredo Giuseppe (27,12%)

2.455 

 

Versaci Nicola Nunziato (2,47%)

224 


 

IN VERDE I NUOVI CONSIGLIERI ELETTI

Liste candidato a Sindaco MANCUSO BRUNO (n° 8)

*

UNITI PER SANT'AGATA 

VOTI 

Sanna Carmelo 

212 

 

Strati Gerlando

170 

 

Armeli Moccia Salvatore 

157 

 

Caiola Benedetto 

157 

 

Zingales Alì Vincenzo 

116 

 

Villa Nino 

105 

 

Fachile Rita 

90 

 

Mancuso Massimo 

78 

 

Corrao Enzo 

75 

10° 

De Luca Salvatore 

46 

11° 

Librizzi Antonella 

22 

12° 

Spignola Giuseppe 

17 

13°

Rigano Rosa Maria 

9 

14° 

Rossello Maria Teresa 

9 

15° 

Scolaro Benedetto 

8 

16° 

Saggio Carlo 

5 

17° 

Aiello Filippa 

5 

18° 

Urso Fabrizio 

5 

19° 

Pruiti Massimo 

2 

20° 

Fallo Daniele 

1 

TOTALE (15,86%)

1.423 


 

* 

ALLEANZA PER LE LIBERTA'

VOTI 

 

Natale Enrico

177 

 

Sberna Massimiliano Salvatore 

162 

 

Liotta Corrado 

160 

 

Franzone Elena 

148 

 

Vitale Giuseppe 

146 

 

Agostino Ninone Luca 

140 

 

Indriolo Biagio 

65 

 

Amata Rosaria Calogera 

23 

 

Armeli Gricio Carola 

20 

10° 

Brunello Enzo 

13 

11° 

Militello Loredana

12 

12° 

Restifo Chiavetta Fabrizio 

9 

13° 

Adorno Alberto 

6 

14° 

Proto Salvatore 

5 

15° 

Azzolina Francesco 

4 

16° 

Oddo Benedetto 

3 

17° 

Geraci Calogero 

1 

18° 

Portale Carmelo Giovanni 

0 

19° 

Portera Andrea 

0 

20° 

Cappadona Maurizio 

0 

TOTALE (12,40%)

1.112 


 

* 

AZZURRI PER SANT'AGATA

VOTI 

 

Pedalà Calogero 

208 

 

Barbuzza Domenico 

189 

 

Pappalardo Giuseppe 

118 

 

Paratore Bernardo 

113 

 

Gambadauro Felice 

78 

 

Olivo Marco 

57 

 

Piscitello Vincenzo 

55 

 

Caronna Andrea 

43 

 

Gasparo Morticella Enzo

21 

10° 

Profeta Rosa 

15 

11° 

Oddo Santo 

14 

12° 

Bartolo Giuseppe 

13 

13° 

Proto Ionut 

6 

14° 

Ricco Galluzzo Giuseppe 

6 

15° 

Ricco Giuseppe 

5 

16° 

Allegra Domenico 

1 

17° 

Carrara Orazio Antonino 

1 

18° 

Musca Gisella 

1 

19° 

Sanfilippo Luciano 

0 

20° 

Scolaro Angelo 

0 

TOTALE (10,69%)

959


 

* 

INSIEME CON BRUNO

VOTI 

 

Giallanza Antonino 

242 

 

Travaglia Filippo 

212 

 

Germanà Rosario 

128 

 

Campisi Giuseppe 

92 

 

Carianni Salvatore 

41 

 

Masetta Milone Carmelina 

25 

 

Bonina Graziella Angela

24 

 

Freno Rosaria 

23 

 

Silla Salvatore 

23 

10° 

Scigliano Giuseppina 

19 

11° 

Muscarella Francesco 

16 

12° 

Cammareri Fabio 

11 

13° 

Imbroscì Alessia 

7 

14° 

Sberna Vincenzo 

7 

15° 

Simone Biagio 

5 

16° 

Reitano Antonino 

4 

17° 

Ricco Galluzzo Giuseppe 

3 

18°

Pruiti Pina 

1 

19° 

Calà Scaglitta Pina 

0 

20° 

Taranto Sabrina 

0 

TOTALE (10,57%)

948


 

* 

CONTINUITA' E SVILUPPO

VOTI 

 

Barone Andrea Maria 

242 

 

D'Angelo Salvatore Paolo Pietro 

129 

 

Curasì Riccardo Gaetano 

119 

 

Sturniolo Andrea 

65 

 

Nocifora Benedetto

31 

 

Nocifora Biagio 

27 

 

Di Giorgio Simona Cricchio 

21 

 

Costantino Franco 

20 

 

Trusso Rosario Giuseppe 

20 

10° 

Manera Walter Domenico 

11 

11° 

Alioto Biagino 

10 

12° 

Gullotti Bruno Michele 

9 

13° 

Lenzo Salvatore 

7 

14° 

Di Mirto Santina 

7

15° 

Scarmatto Gabriele Antonino 

6 

16° 

Currò Andrea 

0 

17° 

Fabio Sebastiano 

0 

18° 

Frusteri Angela Teresa 

0 

TOTALE (8,90%)

798


 

* 

MOVIMENTO PER SANT'AGATA

VOTI 

 

Amata Gianluca 

179 

 

Befumo Achille 

144 

 

Calanni Gianluca 

74 

 

Reale Antonio 

59 

 

Galati Calogero 

36 

 

Contino Salvatore 

34 

 

Carini Francesco 

32 

 

Regina Luciano 

28 

 

Leonardo Carmelo 

25 

10° 

Maniaci Brasone Cono 

25 

11° 

Natoli Piero 

21 

12° 

Marino Alessio 

16 

13° 

Abate Lucia 

12 

14° 

Saverino Giovanni 

11 

15° 

Brogna Salvatore

8 

16° 

Foresto Tonino 

7 

17° 

Micalizzi Giuseppe 

5 

18° 

Serraino Rosario 

4 

19° 

Mistretta Salvatore 

2 

20° 

Maggiore Vincenzo 

0 

TOTALE (8,37 %)

751


 

* 

CONSERVARE IL FUTURO 

VOTI 

 

Reitano Aldo 

176 

 

Inferrera Pietro 

76 

 

Morgano Sonia 

71 

 

Monachino Antonio

37 

 

Spinnicchia Sergio 

25 

 

Armeli Gricio Nunzio 

23 

 

Cicirello Valentino 

20 

 

Crascì Antonio 

20 

 

Proto Benedetta 

18 

10° 

Alioto Antonino 

17 

11° 

Muschio Francesco 

17 

12° 

Scianò Calogero 

16 

13° 

Cusmano Alexander Cono 

15 

14° 

Alioto Elia

12 

15° 

Galati Eugenio 

12 

16° 

Damiano Concetta 

11 

17° 

Allegra Maria Franca 

10 

18° 

Scaffidi Fonte Emanuele Giuseppe 

10 

19° 

Basile Alfio Alfredo Antonino 

8 

20° 

Da Campo Gabriella 

3 

TOTALE (7,06 %)

633 


 

* 

GLI AUTONOMISTI DEL MPA

VOTI 

 

Donato Lemma Marco

127 

 

Vasi Domenico Giovanni 

33 

 

Grillo Domenico 

14 

 

Guglielmotta Gilormello Antonio 

11 

 

Drago Daniele 

8 

 

Spasaro Luana 

7 

 

Ferrigno Carmela 

6 

 

Marino Batà Antonio Nunzio 

5 

 

Sciliberto Matteo 

4 

10° 

Geraci Giovanni 

3 

11° 

Ricciardo Luca

2 

12° 

Mondello Angelina 

1 

13° 

Marchesin Biagio 

1 

14° 

Lipari Giuseppe Aldo 

1 

15° 

Leggio Gaetano 

1 

16° 

Campisi Antonella 

1 

17° 

Alessandro Salvatore 

1 

18° 

Muglia Biagio 

0 

19° 

Fontana Salvatore 

0 

20° 

Aiello Laura 

0 

TOTALE (2,41%)

216 


 

Liste candidato a Sindaco VICARI ALFREDO GIUSEPPE (n° 3)

* 

RISCATTIAMO SANT'AGATA

VOTI 

 

Carrabotta Calogero 

159 

 

Blandi Antonino 

113 

 

Sberna Vincenzo 

96 

 

Brunoni Girolamo Pietro Paolo 

87 

 

Sanna Carmelo 

70 

 

Morgano Calogero 

67 

 

Latino Valerio Felice

32 

 

Alioto Jessica Domenica 

20 

 

D'Amico Paolo Andrea Giuseppe 

15 

10° 

Tripodi Sergio 

13 

11° 

Campisi Antonio 

12 

12° 

Naso Onofrio Biagio 

10 

13° 

Grillo Filadelfio Alfredo 

9 

14° 

Zingales Maurizio 

8 

15° 

Scafidi Fonte Giuseppe 

2 

16° 

Castano Giuseppe

0 

17° 

Fidacaro Flavia 

0 

18° 

Scolaro Francesco Santo 

0 

19° 

Scuderi Giuseppa 

0 

20° 

Sotera Giovanna Maria 

0 

TOTALE (9,50%)

852


 

* 

PD – PARTITO DEMOCRATICO

VOTI 

 

Indriolo Calogerino Giacomo 

185 

 

Puleo Giuseppe Antonino 

184 

 

Lo Cicero Antonino

98 

 

Canonico Vincenzo Emanuele 

51 

 

Blandi Fabrizio 

44 

 

Bertè Maria Rosa 

33 

 

Vinci Antonino 

27 

 

Mezzopane Salvatore 

19 

 

Macaluso Davide Albino 

15 

10° 

Sberna Lardo Anna Maria 

13 

11° 

Repoli Piero Achille 

11 

12° 

Matessi Giovanni Valentino

8 

13° 

Cangemi Antonino 

5 

14° 

Pruiti Roberto 

5 

15° 

Mistretta Samanta Maria Lucia 

4 

16° 

Colanino Stefania 

2 

17° 

Scaffidi Biagio 

1 

18° 

Di Marco Maurizio Massimo 

0 

19° 

Pizzino Ilenia 

0 

20° 

Rizzo Grazia 

0 

TOTALE (8,22%)

737


 

* 

UDC – UNIONE DI CENTRO

VOTI 

 

Maniaci Calogero 

183 

 

Alascia Antonino 

123 

 

Meneghini Carmelo 

59 

 

Camarda Benedetto 

25 

 

Travaglia Andrea 

20 

 

Ignazzitto Lucia 

17 

 

Palladino Eduardo Mario 

14 

 

Casella Daniele 

9 

 

Brigandì Anna Maria 

7 

10° 

Barbera Frandanisi Carmelo

6 

11° 

Marino Biagio 

5 

12° 

Antonazzo Carlo Francesco 

4 

13° 

Vasi Maurizio 

4 

14° 

Mazza Giancarlo 

3 

15° 

Notaro Calogero 

2 

16° 

Carmiciano Vincenzo 

0 

17° 

Ruggeri Simona 

0 

18° 

Piscitello Maria Antonella 

0 

TOTALE (5,66%)

508


 

Lista candidato a Sindaco VERSACI NICOLA NUNZIATO (n° 1)

*

UMILTA' PER SANT'AGATA

VOTI 

Versaci Nicola Nunziato

2

Versaci Salvatore Giovanni

1

Versaci Antonino

1

Mazza Calogero Francesco

0

Stazzone Antonino

0

Chiofalo Angelo Biagio

0

Castrovinci Lorenzo

0

Pizzuto Gianluca

0

Aliberti Giuseppe

0

10°

Longo Angelo

0

11°

Sindoni Antonino

0

12°

Russo Giuseppe

0

13°

Gazzara Giovanna

0

14°

Scibilia Francesco

0

15°

Barbera Luigi

0

TOTALE (0,37%)

33

Archivio blog